Finanziamenti PMI - Legal & Management Consulting

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Finanziamenti PMI

Servizi > Management
L’Unione Europea pone particolare attenzione alle imprese, di ogni settore e di ogni dimensione, assicura che la legislazione comunitaria tenga conto delle esigenze del mondo produttivo per affrontare le sfide attuali e future, offre una serie di portali e di reti sul territorio in grado di informare e dare assistenza agli imprenditori, sostiene le imprese attraverso appalti e sovvenzioni. 
Le tipologie dei finanziamenti comunitari cui le Piccole e Medie Imprese (PMI) possono accedere, per un sostegno delle proprie attività, si suddividono in:
FINANZIAMENTI DIRETTI TRAMITE I PROGRAMMI COMUNITARI - Le possibilità di accedere ai finanziamenti comunitari attraverso la partecipazione a specifici bandi di settore sono numerose. Infatti, la programmazione comunitaria offre una vasta gamma di Programmi che trovano applicazione attraverso il lancio di bandi (inviti a presentare proposte - calls for proposals)
FINANZIAMENTI INDIRETTI TRAMITE INTERMEDIAZIONE - Solitamente sono gestiti attraverso intermediari quali banche, istituzioni creditizie, fondi d'investimento e hanno lo scopo d'incrementare il volume di credito a disposizione delle PMI ed incoraggiare gli intermediari stessi a sviluppare l'accesso al credito delle PMI.
JEREMIE, iniziativa della Commissione europea, del Fondo Europeo per gli Investimenti (FEI) e della Banca Europea per gli Investimenti (BEI), ha lo scopo di favorire l'accesso ai finanziamenti per le Pmi, di offrire forme di finanziamento innovativo. Particolare attenzione è data alle imprese in fase d'avvio, al trasferimento tecnologico, ai fondi tecnologici e innovativi, al micro-credito. JEREMIE è gestito a livello nazionale e regionale tramite i programmi del Fondo europeo di sviluppo regionale.
JASMINE, iniziativa congiunta della Commissione europea, del FEI e della BEI per sviluppare l’offerta di microcredito mediante due azioni principali: l'erogazione d'assistenza tecnica agli istituti di microfinanza ed il finanziamento delle attività di istituti finanziari non bancari. Scopo del programma è migliorare l'accesso ai finanziamenti di piccole aziende, di disoccupati e di persone non occupate che desiderino avviare un'attività autonoma, ma non possono accedere ai servizi bancari tradizionali.
Fondo Europeo per gli Investimenti (EIF European Investment Fund), i finanziamenti si basano su due strumenti: investimenti di capitale in fondi con capitali a rischio ed incubatori d'imprese che sostengono le PMI, in particolare quelle appena create e orientate alla tecnologia; strumenti di garanzia alle istituzioni finanziarie che fanno credito alle PMI. Il Fondo si avvale di una rete d'intermediari in tutti i Paesi UE.
Banca Europea per gli Investimenti (BEI European Investment Bank), assegna prestiti, tramite intermediari bancari su tutto il terriorio europeo, destinati a progetti di sostegno alla crescita e all'occupazione delle PMI.
Offre un'ampia gamma di prodotti finanziari a tassi agevolati e servizi di consulenza.
La BEI è la banca dell'Unione che appartiene a tutti gli Stati membri e opera in stretta collaborazione con le altre istituzioni comunitarie per attuare la politica dell'Unione.
FINANZIAMENTI INDIRETTI TRAMITE FONDI STRUTTURALIL'Unione Europea ha tra i suoi principali obiettivi la politica di coesione e per realizzarla ha istituito strumenti d'intervento, i fondi strutturali, che hanno l'obiettivo di ridurre le disparità regionali in termini di ricchezza e benessere, aumentare a competitività e l'occupazione, sostenere la cooperazione transfrontaliera.
FSE (Fondo Sociale Europeo) è finalizzato a promuovere uno sviluppo armonioso dell'Unione Europea e una progressiva riduzione delle disparità esistenti tra i cittadini delle diverse regioni dell'Unione. Sostiene la strategia europea per l'occupazione per prevenire e combattere la disoccupazione, investire nelle risorse umane, promuovere la parità tra uomini e donne, la coesione economica e sociale, attraverso l'istruzione e la formazione.
Il Fondo si attua tramite il Programma Operativo per l'occupazione gestito con progetti cofinanziati dai Paesi membri, dalle regioni e dagli enti locali.
FERS (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) ha l'obiettivo di supportare le regioni in ritardo di sviluppo e quelle in declino industriale per ridurre gli squlibri fra le regioni europee. Principalmente cofinanzi gli investimenti produttivi che rendono possibile la creazione dell'occupazione, le infrastrutture, le iniziative di sviluppo locale e le attività delle PMI.
Il Fondo opera attraverso piani nazionali e regionali per raggiungere i tre obiettivi del programma: convergenza, competitività regionale e occupazione, cooperazione territoriale europea.
FEASR (Fondo Europeo Agricolo di Sviluppo Regionale) è lo strumento di finanziamento della politica di sviluppo rurale per migliorare la competitività dei settori agricolo e forestale, l'ambiente e la gestione dello spazio rurale, la qualità della vita e la diversificazione delle attività nelle zone rurali. Tutti gli interventi finanziati sono attuati con Programmi di Sviluppo Rurale (PSR) nazionali o regionali.
 
© Copyright 2014-2018 Legal & Management Consulting di Michele Capasso - P.IVA 07940231215
Torna ai contenuti | Torna al menu